Mediazione: nel maxi emendamento alla Manovra, oggi al voto al Senato, è prevista una sanzione per la parte che non partecipa al procedimento, per le materie obbligatorie.

Nel maxi emendamento alla Manovra, che andrà al voto questa sera al Senato, è prevista una sorta di sanzione per la parte che, senza giustificato motivo, non abbia partecipato al procedimento (solo per quanto riguarda le materie in cui la mediazione è obbligatoria). Il Giudice potrà condannare detta parte al pagamento di una somma corrispondente al contributo unificato dovuto per il giudizio.

La norma è prevista dall’Art. 2 comma  35-sexies del maxi emendamento, che disporrà, se approvato, che all’articolo 8, comma 5, del decreto legislativo 4 marzo 2010 n. 28, Venga “aggiunto, in fine, il seguente periodo: Il giudice condanna la parte costituita che, nei casi previsti dall’articolo 5, non ha partecipato al procedimento senza giustificato motivo, al versamento all’entrata del bilancio dello Stato di una somma di importo corrispondente al contributo unificato dovuto per giudizio”.

Vedremo se la modifica sarà approvata e le sue conseguenze.