“IL VALORE SOCIALE DELLA MEDIAZIONE” – Mario TOCCI

Pubblichiamo un altro ottimo contributo del bravissimo collega Mario Tocci. Ancora una volta complimenti all’Autore per chiarezza di esposizione e per la serietà delle sue tesi.

“L’istituto della mediazione civile e commerciale, finalizzato al conseguimento dell’importante risultato della risoluzione delle controversie fra i privati, è stato introdotto nell’ordinamento giuridico italiano a seguito e per l’effetto della promulgazione del Decreto Legislativo 28/2010.

Invero, il decreto delegato testé estremizzato trae a propria volta origine dalla Legge 69/2009, che ha recepito la Direttiva Comunitaria 2008/52/CE.

Indiscutibile e pacifico appare il valore sociale dell’istituto in questione.

Fin dai tempi più antichi era chiara la constatazione dell’insufficienza del processo giurisdizionale formale all’effettiva tutela della persona umana.

Già in epoche molto remote era infatti chiaro che la sede processuale formale non consentisse alle parti in lite di esprimere compiutamente le proprie argomentazioni difensive ma privilegiasse, piuttosto, l’applicazione di rigide regole eterodeterminate a condotte considerate come avulse rispetto alle motivazioni che le avessero determinate.”

Qui potete trovare il contributo integrale:

Il valore sociale della mediazione-1